Regolamento

Abbigliamento obbligatorio

Tutti gli atleti, a pena di squalifica o penalità, si impegnano a portare con sé per tutta la durata dell’intera gara le seguenti attrezzature obbligatorie:

• zaino (pena la squalifica) che deve contenere il materiale elencato di seguito

• giacca impermeabile progettata per resistere alle intemperie in montagna (pena la squalifica)

• maniche lunghe, pantaloni a 3/4, guanti e cappello (l’organizzazione si riserva di integrare questa attrezzatura sulla base delle condizioni meteorologiche effettive dando avviso nei giorni precedenti la gara; inoltre si riserva, sempre in base alle condizioni meteorologiche, a raccomandare agli atleti di indossare i pantaloni 3/4 all’inizio della gara) (pena la squalifica) (*)

• coperta di sopravvivenza (pena la squalifica)

• fischietto (penalità di 30 minuti)

• luce frontale con batterie di ricambio per la gara 64K (pena la squalifica).
I partecipanti alla gara 45K dovranno necessariamente avere la luce frontale se devono passare dalla baita Rifugio Pedrotti dopo le 17 (dopo questo momento chiunque verrà trovato privo della luce sarà squalificato, fermato e riaccompagnato dall’organizzazione)

• elastico adesivo adatto a fare fasciature o strapping (lunghezza minima 80 cm X 5 cm) (pena la squalifica)

• telefono cellulare completamente carico, nessun ID nascosto e numero dell’organizzazione memorizzato nell’elenco dei contatti (pena la squalifica)

• bicchiere personale (non ci saranno bicchieri nei punti di ristoro)

• riserva di almeno 1 litro di acqua (30 minuti di penalità)

• riserve alimentari (30 minuti di penalità)

L’uso dei bastoncini è consentito, ma devono essere trasportati per l’intera durata della gara.

Il cambio di materiale è consentito solo nei punti di ristoro. Gli atleti che si scoprono essere assistiti lungo il percorso (cambi di materiale, accompagnatori, rinfreschi, etc.) saranno squalificati.

L’organizzazione si riserva il diritto di effettuare controlli casuali prima della partenza, durante le gare e all’arrivo.

Non sono ammesse varianti fantasiose rispetto a quanto indicato (es. una maglietta a maniche corte e manicotti al posto della maglia a maniche lunghe non può essere accettata). 

Il materiale richiesto potrebbe subire variazioni in base alle condizioni meteo previste per il giorno della gara. In questo caso l’organizzazione ne darà tempestiva comunicazione attraverso i canali a disposizione (mail, sito, Facebook).

Controllo materiale

Il materiale obbligatorio verrà controllato prima della partenza, al momento della punzonatura. Gli atleti sprovvisti del materiale previsto non potranno partire per la gara.


Tratti esposti 

La gara si corre interamente su sentieri “escursionistici” (classificazione CAI-SAT). I sentieri sono gli stessi che gli escursionisti percorrono a piedi per raggiungere rifugi e cime.
Naturalmente esistono alcuni tratti più esposti di altri, in particolare ci sono due punti nei quali va prestata particolare attenzione. Il primo punto è situato subito dopo il primo ristoro: in questo tratto il sentiero è comodo, ma presenta una forte esposizione sulla destra. Per agevolare gli escursionisti è presente un cordino metallico fissato alla roccia. Il secondo punto si trova lungo il sentiero Bogani, poco prima del rifugio Brentei. Anche in questo caso il sentiero è largo e presenta un cordino metallico di sicurezza.
Si segnala poi che durante la salita alla Bocca di Brenta (per raggiungere il rifugio Pedrotti) verrà fatta una variante per evitare un tratto attrezzato di qualche centinaio di metri che consente di risalire uno sperone roccioso. Noi aggireremo lo sperone da sinistra risalendo un ripido ghiaione. A parte la pendenza elevata non ci saranno particolari problemi.
Bisognerà poi prestare un po’ di attenzione nel primissimo tratto di discesa dal rifugio Pedrotti verso Molveno.

Regole del parco 

La gara si svolge nel “Parco Adamello Brenta”. Qui troverai le 10 regole più importanti per rispettare il Parco: http://www.pnab.it/en/living-the-park/10-regole-per-rispettare-il-parco.html

Le nostre gare aderiscono alla campagna “IO NON GETTO I MIEI RIFIUTI” promossa da Spirito Trail (www.spiritotrail.it) e rivolta a tutti i veri trailer, atleti e organizzatori, per proteggere l’ambiente e la natura. Una maggiore consapevolezza aiuterà a far rispettare questa semplice regola: non gettare la spazzatura per terra!